martedì 15 gennaio 2013

C'è posta per... Me?

L'altro giorno dopo aver ripetuto per non so quanto tempo sentenza 203/1989, legge numero 127/1997, art della Costituzione, principio di separazione dei poteri ho deciso di accendere la televisione. Dopo il consueto zapping un programma ha attirato la mia attenzione. Canale 26 del digitale terrestre, il programma si chiama Mi ha lasciato.. cambio vita! . Lo riassumo in poche parole. Una donna era stata lasciata dal suo ragazzo (con cui avrebbe dovuto sposarsi) ed è sprofondata nella depressione più nera. Non usciva più, aveva paura degli uomini, delle persone, si sentiva brutta e non si curava più. Alzi la mano chi si è sentito così almeno una volta nella sua vita... Solo io?

Comunque lei, attraverso l'aiuto di ehm.. diciamo "esperti", riesce a riprendere possesso della sua vita. Premesso che prendo questo programma per quello che è, un semplice intrattenimento però devo ammettere che qualcosa di questo programma non fa che assillarmi da quando l'ho visto. Per riportare la giovane abbandonata alla realtà, uno dei trainers le suggerisce di scriversi una lettera per osservarsi da fuori e rendersi conto che non può più andare avanti così. Ho pensato che sarebbe una bella idea scrivere una lettera da destinare a me stessa e da leggere quando la motivazione inizierà a scemare. Però voglio lavorarci bene, deve essere una lettera vera, sincera, pura, obiettiva e piena di amore per me stessa.

La ragazza in questione mandava anche un sms al bell'imbusto che l'ha mollata. Avrei voluto farlo anche io ma non posso. Dopo la separazione ho mandato a Lui un messaggio senza mai ricevere risposta. Mi sarebbe piaciuto potergli dire tutto quello che non gli ho mai detto... Se fossimo in un mondo civile non avrei problemi a farlo ma purtroppo non è così. Ormai ci siamo abituati a prendere ciò che ci serve dalla persone senza considerare i loro sentimenti. Chiedo scusa, non volevo generalizzare. Un giorno parlerò anche di lui ma non adesso. Non sono ancora pronta...

Nessun commento:

Posta un commento