mercoledì 26 marzo 2014

Diario di una lunatica cronica --- The Power of Word

Vediamo un po' cosa succede mettendo nero su bianco quello che mi sta passando per la testa.
Gli ultimi giorni sono stati un po' strani.. In effetti pensandoci bene la mia vita degli ultimi anni è stata strana, il che forse mi porterebbe a rivalutare la definizione di giorni strani di poco fa. Strani giri di mente ;)!

La mia bella e folle mente è stata molto impegnata in questi giorni. Impegnata a farsi strada tra un sacco di brutte voci che mi sono state buttate in faccia come un secchio di acqua gelata alle 7 del mattino proprio mentre tu stai sognando il più bello dei sogni che tu possa mai sognare. Rendo l'idea?
Sto disperatamente cercando di spazzare via il ghirigoro di cattiveria gratuita che è stato disegnato intorno alla verità. Sto scavando davvero molto ma ancora adesso non sono riuscita a trovare niente, o almeno niente di buono.

Forse il problema in questi casi è proprio quello che stai cercando che influenza quello che poi in realtà troverai sotto tante bugie.
Sapevo che prima o poi ci avrei fatto i conti, lo sapevo ma speravo che fosse un'altra la fine pensata per questa storia. Speravo che almeno una volta le persone, o meglio LA persona, mi avrebbe sorpreso in maniera positiva.
Quanto è difficile però accettare la verità...

Io credo che le parole abbiano un potere e una carica molto forte. Credo che una bella parola detta con convinzione vera e non simulata sia in grado di cambiare la vita delle persone o se non proprio la vita almeno la giornata. 
Amica, amore, ti voglio bene, mi manchi... Cerco di pesare attentamente ogni singola parola che esce dalla mia bocca perchè non voglio correre il rischio di essere fraintesa, mal capita, attaccata per cose che non ho detto o fatto. Pensavo che usassero così anche le altre persone ma invece credo proprio di no.
Certe persone si riempiono la bocca di belle parole spesso per arrivare a fini futili, di poco conto che non valgono nemmeno la strada e le vittime che hai mietuto lungo il percorso. 
E' per questo che sono ancora così legata a quel ti voglio bene. E' per questo che nei momenti di tristezza assoluta e di confusione cosmica mi rifugio in quel ricordo e ascolto all'infinito quelle sue parole. Perchè per me avevano allora e hanno un significato adesso. Perchè non credo che possano essere state dette con leggerezza, non ci voglio credere.
Perchè davanti ad una persona che sai provare qualcosa di forte e profondo per te, devi pesare il doppio le parole che dici. Devi sentirle e provarle fino in fondo prima anche solo di pensare di manifestarle alle sue orecchie, così sensibili e sempre alla ricerca di qualcosa anche piccola che possa nutrire la speranza. Possibile che abbia mentito? E' possibile una cattiveria gratuita così grande? 
Non riesco a crederci...

Io non lo so. Onestamente non lo so. Questa volta non so che pesci prendere... Mi sento scissa in due.
Una parte è più sentimentale, l'altra è rigida invece e vede solo le cose più brutte accadute.
Purtroppo queste mie due parti si manifestano nei pensieri delle due persone che più mi sono vicine... Che ironia!

Ma in tutto questo cosa penso io? Bella domanda...

Io sono stanca di sentirmi la più brutta di tutte, la più stupida di tutti, la più scema perchè si è fatta abbindolare da belle parole... Sono un po' stanca ma credo che sia anche legittimo, no? :)

E dopo aver annoiato il web mi sa che vado a letto...
Notte a tutti :)

4 commenti:

  1. Sei scissa e devi scegliere, forse hai solo bisogno di tempo per metabolizzare.
    Quando io mi sono trovata a dover scegliere ho sofferto, perché si soffre sempre a escludere qualcosa che fa parte di te, ma poi si va avanti osservando quello che ti resta accanto.
    Ti direi di dimenticare, ma non è un buon consiglio. Diciamo che non devi ricordare sempre il male ricevuto, ma non devi dimenticarlo, in modo da non ricadere nello stesso errore. Questo è quello che ho imparato io. E sto ancora prendendo lezioni ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione! Dimenticare non serve proprio a niente anzi dovrei fare tesoro di questa esperienza seppure negativa...
      Il tempo per metabolizzare l'ho avuto ma ancora sono qui... Forse dovrei solo vedere questa "ferita" in modo diverso. Uff quanto è dura andare avanti :)!
      Grazie del consiglio!

      Elimina
  2. Mi dispiace per quello che stai passando, purtroppo più ci si affeziona alle persone e più fa male quando queste ci feriscono.. Però arriverà un giorno in cui starai meglio e sentirai che è passata, la ferita non farà più tanto male, anche se la porterai con te ancora. Ti auguro che questo momento arrivi presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :) è buffo come certe volte le parole di "estranei" (passatemi il termine) possano essere d'aiuto più di quelle degli amici o dei presunti tali! :*

      Elimina