domenica 28 dicembre 2014

Tf del Cuore --- Smash

Io adoro le serie tv!
Partendo da questa confessione penso sia più facile cercare di spiegare perché ho scelto di dare vita ad una nuova...ehm... Rubrica?
Sono sempre alla ricerca di nuovi tf,nuovi personaggi a cui legare il mio cuore, nuove storie a cui donare con molto piacere il mio tempo. Specialmente durante le vacanze quando forse il tempo libero aumenta ( per me scarseggia vista la vicinanza della sessione di Gennaio ma per le serie tv del mio cuore il tempo lo trovo sempre). Ho deciso di raccontarvi ogni tanto qualcosa su quelle serie che mi hanno appassionato, che ho adorato, che ho amato, che mi hanno emozionato e per cui mi sono arrabbiata.
Oggi comincerò con Smash.




Forse molti lo conosceranno come il Glee per adulti ma io non concordo. E' un telefilm musicale (come Glee) i cui protagonisti sono adulti ( diversamente da Glee)... Ok forse in senso letterale e solo in senso letterale, è davvero una sorta di Glee per adulti XD! Non simpatizzo molto per le etichette, sono fuorvianti.
Ideata da Theresa Rebeck su un progetto di una persona poco conosciuta nell'ambito del cinema, un certo Steven Spielberg. Ha avuto la sfortuna di durare solo per due stagioni.

Etichette e brevi dettagli a parte passo a raccontarvi qualcosa sulla trama!

Due ragazze, Karen e Ivy, apparentemente molto diverse sono accomunate dal sogno che tengono nel cassetto: sfondare a Broadway! Le loro strade si incontreranno quando due pluripremiati autori di spicco del mondo del musical, Julia Houston e Tom Leavitt, decideranno di scrivere e mettere in scena un musical su Marilyn Monroe (soggetto facile, eh?). Con il non sempre aiuto del coreografo Derek Wills e l'appoggio della produttrice Eileen Rand, riusciranno a mettere in scena il musical ma una domanda tormenterà i telespettatori per tutto il corso della serie:

 
 
Già, chi interpreterà Marilyn??? Tranquilli, tranquilli niente spoiler... Per adesso almeno ;).
Le due ragazze si sfideranno a suon di coinvolgenti ed emozionanti canzoni ma scopriranno presto che l'unico limite al successo non è rappresentato solo dalla diretta avversaria ma da se stesse e dalle loro paure e debolezze (un classico ).
 
 
I personaggi (attenzione, può contenere spoiler):
 
Ivy Lynn (interpretata da Megan Hilty) è bionda, è sexy, si muove bene e canta divinamente. Somiglia persino a Marilyn eppure la sua strada verso il palco non sarà costellata di diamanti ma perennemente ostacolata da Karen (che poi lei ostacolerà a sua volta) e dal suo stesso fragile egocentrismo. E' il personaggio che subisce la trasformazione più profonda rispetto a tutti gli altri. All'inizio è frivola, egocentrica, sicura, si veste di atteggiamenti da femme fatale per nascondere il suo bisogno di approvazione, di amore e di affetto.Riuscirà a trovarlo alla fine? Ad è un climax di ansie, paure, turbamenti, sconfitte che manderanno Ivy K.O. seguirà una rinascita... Verso Broadway?
 
Karen Cartwright( Katharine Mcphee) è la co-protagonista dello show insieme alla mia preferita Ivy e confesso di non averla presa in simpatia, almeno durante la prima stagione. E' la classica talentuosissima ragazza di provincia che lascia per inseguire il sogno di sfondare. Per tutta la prima stagione ho avuto la sensazione che gli autori volessero dipingerla come un angioletto, l'acqua santa contro il diavolo tentatore Ivy ma si vede che questo vestito le sta stretto. Lei non è quello che si sforza di apparire e nella seconda stagione smetterà, almeno un pochino, i panni della santarellina... Saranno gli abiti luccicanti di Marilyn quelli giusti per lei?
 
Julia Houston (la bravissima Grace, Debra Messing) e Tom Leavitt (Christian Borle) importanti e pluripremiati autori di musical di Broadway, avranno la brillante idea di scrivere un musical su Marilyn Monroe che sarà il cardine di tutta la serie, sarà il palcoscenico che regge le storie dei protagonisti. Vogliono accompagnare l'immagine di Marilyn macchietta che siamo tutti abituati a vedere a quella di una persona, una ragazza che poi è diventata un mito ma che prima e in assoluto è una persona. Un matrimonio felice, un figlio nella difficile età dell'adolescenza e uno che dovrebbe arrivare grazie all'adozione per una e la ricerca di una storia d'amore e di nuovi stimoli per la sua carriera per l'altro. Ma l'apparenza inganna e sotto le apparenti vite perfette si nascondono quei drammi che tanto ci appassionano.
 
Derek Wills (Jack Davenport) tanto talentuoso coreografo e regista quanto insopportabile a tratti detestabile uomo. Già dalla prima apparizione nel pilot ho avuto la sensazione di un deja vù, in una versione un po' caricaturale, meno incisiva, del ruolo di regista un po' troppo severo (per usare un termine politically correct) di Black Swan con Natalie Portman ( love). Forse un po' troppo simile al ruolo che fu di Vincent Cassell nella prima stagione, imbocca la strada del cambiamento radicale nelle seconda. Forse troppo radicale. Il tempo a disposizione era pure poco quindi capisco anche la fretta. Il suo happy ending sarebbe arrivato presto ;) !
 
Eileen Rand (Anjelica Huston) produttrice di musical di professione. Ha fiuto, istinto e non ha paura di andare contro tutto e tutti pur di seguirlo. Purtroppo il divorzio dal marito e la sua successiva ossessione nel mettere i bastoni tra le ruote alla sua ormai ex dolce metà saranno un ostacolo verso la realizzazione del suo sogno. Sarà in grado di prendere decisioni difficili ma necessarie. Mi piace molto!
 
 
 
I restanti personaggi di prima e/o seconda serie non sono poi così degni di nota. Alcuni sono stati allontanati dalla trama con espedienti leggeri, senza intristire molto i telespettatori comunque..
 
Menzione d'onore a colui che interpreterà Joe di Maggio, anche se solo per un breve periodo.
 
Micheal Swift, alias Will Chase, avrebbe meritato sicuramente qualche episodio in più e non solo per il ruolo importante che ricopre nel musical ma anche per le sue vicende personali che si legano ad uno dei protagonisti.
Merita di essere menzionata anche la splendida Uma Thruman, che sarà Marilyn per qualche episodio. I mille utilizzi di una star...
 
Considerazioni personali (contiene spoiler)
 
Io ho adorato Smash, lo confesso. Per anni l'ho snobbato perché mi sono lasciata gettare fumo negli occhi da quell'etichetta un po' superficiale. Sarebbe come dire che tutti i telefilm/film/libri sui vampiri siano una sorta di Dracula di Bram Stoker... Superficiale! Esistono tante di quelle magnifiche sfumature che fanno la storia...
Pensavo fosse la brutta copia di Glee e mi rifiutavo categoricamente di concedergli una possibilità. Poi però dopo aver visto il Pilot mi sono innamorata e gli episodi si sono susseguiti velocemente, uno dietro l'altro. Confesso che se avessi potuto l'avrei visto ininterrottamente (pazza XD!).
 
La prima stagione l'ho trovata molto forzata, Karen DOVEVA essere Marilyn, obbligatoriamente. Gli episodi stessi erano strutturati in modo tale da far apparire Ivy come l'antagonista della talentuosa eroina venuta da lontano .. Un po' troppo the AmericanDream. Lo stesso finale della prima stagione vede Karen trionfare e Ivy imbottirsi di pillole dopo essere andata a letto col ragazzo di Karen che nel frattempo le aveva progetti di matrimonio con la Cartwright.. Per semplicizzare:Karen = buona e Ivy= cattiva.
Karen è comunque Marilyn, trionfa a Boston riscoprendosi una stella e ha l'appoggio forse poi non così disinteressato di Derek che la preferisce ad Ivy.
 
 
E Ivy giustamente non la prende tanto bene.Poor Ivy!
 
 
 
Poi però è stato necessario rivedere e correggere l'intero piano della serie, vuoi per l'imminente, oltre che ingiusta chiusura prematura dello show che sicuramente circolava nell'aria, vuoi per il pubblico che sembrava parteggiare più per la "cattiva" che per la "buona".
 
La seconda serie si occupa sin da subito (relativamente subito) di porre le basi e gli equilibri in vista dei due happy ending per le nostre protagoniste.
Entra in gioco un nuovo musical, Hit List, e dei nuovi personaggi, i compositori Jimmy e Kyle e Ana, mentre altri si allontaneranno senza troppe cerimonie.
I primi episodi dovevano già gettare le basi per il finale di stagione e anche di serie quindi se all'inizio vediamo ancora strascichi dell'atmosfera che circolava nella prima stagione non fateci caso e resistete perché le cose stanno per capovolgersi.
 
Derek decide di lasciare la Bomba, Tom ne diviene il regista ma la sua Marilyn non è Karen che nel frattempo si è innamorata di Hit List e non solo. Basta un solo episodio per invertire la rotta del telefilm e tutto sembra finalmente al suo posto.
Karen lascia la Bomba e corre spedita verso Hit List e i suoi autori dove l'aspetta il ruolo della protagonista.
Ivy che nel frattempo era occupata ad interpretare il ruolo di Cecile nelle Liasons si ritrova improvvisamente libera perché senza troppi giri di parole...
 
 
 
 
ma grazie di averci regalato una mini reunion di Will&Grace (e un'esibizione finale che merita di essere vista, fidatevi, assurda è dire poco).
Ivy è finalmente libera di essere Marilyn.
Ovviamente le cose non fileranno lisce come l'olio...
 
 
Lo so, lo so ma diamo tempo al tempo.


L'ultimo episodio, anzi gli ultimi due episodi sono dedicati ai Tony Awdars, Oscar per la gente di teatro. Bombshell e Hit List si dividono le statuette  ma la più importante, quella da assegnare alla best actress. E' Ivy a spuntarla, per mia immensa gioia, proprio nel ruolo che sarebbe dovuto essere suo fin dall'inizio. Il suo happy ending è formato da una gravidanza e da una storia, si spera solida, con Derek.
Le premesse ci sono ;).
 
 
 
 
Karen e Jimmy finalmente si baciano anche se lui dovrà andare in galera a fare i conti con la vita da cui è sempre scappato ma sarà consapevole di avere a casa il suo lieto fine.
Julia si ricongiunge al suo amato Michael Swift. Eileen e Tom si godono il successo pronti ad affrontare nuovi progetti.
Tanto amore e tanto successo per tutti. Tranne uno. Il povero Kyle viene investito da un auto e muore. Perché farlo morire a pochissimi episodi dal finale di serie? Povera stella, avrebbe potuto avere anche lui il suo bel finale ritirando il suo agognato premio e invece... Scelte autorali.
L'episodio e la serie si chiudono con un numero ovviamente musicale di Ivy e Karen.
 
 
 
"I give them that big finish
And they'll forget what came before"
 
Ne siamo davvero sicuri?
Lasciando da parte storylines incompiute, trame velocemente tagliate e cucite che manco la CuciExpress, personaggi aggiunti e uccisi senza un'apparente ragione, io voglio promuovere questa serie tv.
 
Per questa ragione...
Amate i musical?
Uno dei vostri sogni nel cassetto era quello di cantare/ballare/recitare?
Quando siete soli a casa non disdegnate una spazzola microfono da agitare sapientemente davanti allo specchio?
Allora Smash è il telefilm che fa per voi!
 
 
 
 
In fondo siamo tutti un po' Marilyn :*
 
 
 
Bonus track---> Best songs:
 
Non avrei mai chiuso il post senza lasciare almeno un piccolo commento sulle canzoni XD!
 
 
 Ok allora solo su quelle che mi sono piaciute veramente molto :(.
 
-Let me be your star: Come non cominciare con questa canzone, colonna portante del primo episodio, della prima stagione ma che dico di questo intero show. Vi avverto, si rischia di innamorarsene perdutamente e cantarla fino a tediare le persone che vi staranno vicino.
 
 
 
-Don't Forget me: chiude la prima stagione, chiude Bombshell ma apre i cuori. Fragile e forte e brividi.. Bella in entrambe le versioni ma la mia preferita rimane quella di Ivy (TeamIvy for ever!).
 
 
-Call me:la canzone mi era già piaciuta nella versione originale, figuratevi in questa versione più moderna. La Mcphee ha davvero una grande voce! Applausi!
 
 
 
-Just Keep Movin the Line: Marilyn realizza che c'è ancora molta strada da fare, che tutto quello che ha costruito è quasi nullo. Il traguardo è stato spostato, come sempre. E allora cosa resta da fare se non rimboccarsi le maniche e continuare a correre?!
 
 
 
-Shake it out: Bella quasi quanto l'originale e non mi importa quanto pazza io possa apparire ;). Karen è una grande artista, le va riconosciuto.
 
-20th Century Fox Mambo: Una Bomba! Energica, allegra, coinvolgente. E' impossibile ascoltare tenendo fermi i piedi, poi si inizia a cantare e allora iniziano i problemi. Ascoltatela!
 
 
Se questa filippica non vi avesse convinto a dare almeno un'opportunità a Smash, sappiate che ho argomenti a sostegno della mia tesi per almeno altre decine di altri post, e poi ancora e ancora e ancora.
Date a Smash un'occasione e ricordate:
 
 Let me be your star ;* !

Nessun commento:

Posta un commento